PATOLOGIE

Ptosi palpebrale

La ptosi palpebrale, comunemente chiamata “palpebra cadente” o “palpebra inferiore”, è una condizione in cui una o entrambe le palpebre superiori si abbassano e coprono parzialmente o completamente l’occhio.

 

Questa condizione può essere presente sin dalla nascita (ptosi congenita) o svilupparsi in seguito a cause acquisite.

Ecco alcune informazioni chiave sulla ptosi palpebrale:

  1. Cause:

    • Congenita: La ptosi congenita è presente dalla nascita ed è spesso dovuta a una debolezza dei muscoli responsabili del sollevamento della palpebra.
    • Acquisita: Può essere causata da invecchiamento, lesioni, malattie neuromuscolari, tumori, interventi chirurgici o altre condizioni.
  2. Sintomi:

    • Abbassamento della palpebra superiore, parziale o totale.
    • Difficoltà a vedere chiaramente a causa dell’ostacolamento della vista dovuto alla palpebra che copre l’occhio.
    • Sforzo extra per sollevare la palpebra coinvolta.
  3. Trattamento:

    Il trattamento dipende dalla causa e dalla gravità della ptosi.
    • Intervento chirurgico: Spesso, il trattamento principale è chirurgico e coinvolge la correzione della posizione delle palpebre attraverso interventi di chirurgia plastica o oftalmica. Durante l’intervento, il chirurgo modifica i muscoli o i tessuti intorno all’occhio per sollevare la palpebra e migliorare la visione.
    • In alcuni casi, se la ptosi è leggera o causata da condizioni temporanee, l’uso di occhiali con supporto per la palpebra o esercizi specifici potrebbe essere consigliato.
  1.  

È fondamentale affrontare la ptosi palpebrale con l’aiuto di professionisti medici qualificati per garantire il trattamento appropriato e migliorare la qualità della vita del paziente.

Scarica il CSMagazine

Le ultime News:

Contattaci per informazioni

Leggi la nostra Privacy Policy

Medici