psioriasi

La Psoriasi: cos’è, sintomi e trattamento

Di cosa si tratta?

La Psoriasi è una patologia della pelle frequente e cronica (ovvero che dura tutta la vita), non contagiosa ed infiammatoria, che tende a seguire un corso ciclico con fasi acute, conosciute come esacerbazioni (periodi in cui i sintomi sono severi) e fasi di remissione (quando i sintomi sono leggeri o inesistenti). Non si tratta di una malattia vera e propria, quanto di un’anomalia della crescita dell’epidermide, che può comparire e scomparire spontaneamente. Essa riguarda solo la cute e non ha un riscontro, ad esempio, negli esami del sangue. Nella maggior parte dei casi si presenta con chiazze di pelle molto desquamate rosse o bianche. La prevalenza della psoriasi nella popolazione generale è stimata tra l’1 ed il 3%, i sintomi possono apparire a qualsiasi età, ma sono più probabili all’inizio dell’età adulta o in età più avanzata – intorno ai 50-60 anni.
 

Sintomi e Forme di Psoriasi

La psoriasi si manifesta in varie forme. Le principali sono:
 

  • in placche – questa è la più comune manifestazione clinica della psoriasi. La lesione tipica è una placca ben demarcata, eritematosa e coperta con scaglie desquamanti argentee, di aspetto simile alla mica;
  • guttata – Questa forma si presenta nei soggetti giovani dopo un’infezione streptococcica, di solito tonsillare. Sulla cute compaiono papule da 1 mm a 1 cm di diametro, disseminate soprattutto sul tronco, con aspetto a goccia di pioggia;
  • pustolosa – Questa forma può essere localizzata o generalizzata. La forma localizzata si manifesta preferenzialmente in sede palmare e plantare. In questo caso, compaiono piccole vescicole sottocornee, che si superficializzano desquamando;
  • eritrodermica – Si tratta di una forma di psoriasi grave, nella quale tutto l’ambito cutaneo diviene eritematoso e desquamante. potrebbe rendersi necessario il ricovero del paziente e l’insorgenza si é registrata a causa di farmaci, stress, malattie coesistenti;
  • seborroica – Questa forma molto comune viene denominata anche sebopsoriasi o seboriasi e si caratterizza da lesioni molto simili alla dermatite seborroica;
  • amiantacea – É una forma che si presenta solo sul cuoio capelluto. Viene anche detta tinea amiantacea o pityriasi amiantacea. É di solito una forma giovanile, che solo qualche volta si vede anche negli anziani.

 

Trattamento per la Psoriasi

La psoriasi potrebbe anche non essere trattata, senza per questo compromettere lo stato di salute dell’individuo; se si decide per un trattamento, esso non deve nuocere allo stato di salute.
Una regola pratica, che vale per tutte le dermatiti croniche, è quella di non utilizzare farmaci con effetto di tachifilassi (come, ad esempio, il cortisone). Spesso, la decisione sul tipo di trattamento è condizionata non dal tipo o gravità della psoriasi, ma dal disagio psicosociale del paziente.
 
I corticosteroidi topici sono efficaci in qualsiasi momento, ma non dovrebbero essere usati continuamente per lunghi periodi, e così spesso i medici li riservano alle fasi di riacutizzazione.
Le creme emollienti sono utilizzate per rendere liscia la pelle secca e ruvida dello strato corneo e ridurre la desquamazione, sono usate in dermatologia perché creando un film occlusivo che riduce l’evaporazione di acqua ed aiuta a mantenere la superficie della pelle idratata.
 
Le creme idratanti sono emollienti arricchiti di fattori di idratazione naturale (NMF). Questi aumentano anche l’idratazione dello strato corneo poiché attraggono e legano l’acqua. I prodotti idratanti più avanzati contengono anche principi attivi, come il Glucoglicerolo, che aumenta l’idratazione negli strati più profondi dell’epidermide della pelle attivando la rete di idratazione della pelle che fornisce acqua agli strati superiori.
 
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

CONDIVIDI:

Contattaci per informazioni

Leggi la nostra Privacy Policy