gonalgia cause rimedi

Gonalgia: il parere del nostro fisioterapista

Oggi insieme al nostro Dottore in Fisioterapia Serhiy D’Avino Hayas parliamo della gonalgia, termine medico utilizzato per indicare un generico dolore al ginocchio, sintomo piuttosto diffuso che può colpire persone di tutte le età.
 
Al risveglio al mattino per esempio, o dopo un lungo tragitto in auto o addirittura dopo una breve passeggiata: i dolori al ginocchio possono presentarsi nelle più diverse situazioni e non sempre se ne conosce la causa. Spesso il motivo di questi dolori inspiegabili è un sovraccarico o un carico erroneo riconducibile all’attività sportiva, professionale o all’età; ma anche alcuni movimenti quotidiani possono essere responsabili di tale sovraccarico.
Talvolta anche cadute o movimenti sbagliati non vengono riconosciuti come la causa del dolore, perchè quest’ultimo si presenta in un secondo momento. Quando il dolore aumenta gradualmente e la causa non è evidente, molte persone sono indecise sul da farsi e si chiedono se sia necessario consultare un medico.
 
È importante sapere che il dolore al ginocchio è un campanello d’allarme che ci avvisa della presenza di una problematica all’articolazione. Le cause dei dolori al ginocchio sono davvero molteplici. I dolori possono essere dovuti a:

  • infortuni durante l’attività sportiva o a seguito di incidenti (traumi al ginocchio);
  • sovraccarichi e/o movimenti errati;
  • artrosi/artrite;
  • infiammazioni di varie strutture;
  • patologie autoimmuni;
  • disturbi metabolici.

 
Il dolore al ginocchio è sempre presente e aumenta sotto sforzo? La causa potrebbe essere l’usura. Anche un’infiammazione o un sovraccarico continuo possono rappresentare dei fattori scatenanti. Negli anziani, il dolore al ginocchio diventa spesso una presenza quotidiana che accompagna qualsiasi tipo di movimento, rendendo la camminata e lo stare in piedi una sofferenza continua.
Per queste ragioni é importante andate sul sicuro: consultate sempre un medico in caso di dolore al ginocchio, per non incorrere in peggioramenti dei sintomi e ulteriori scompensi che possono far insorgere altre problematiche.
 

Diagnosi dei dolori al ginocchio

Visto l’ampio spettro di possibili cause, per effettuare una diagnosi è necessario in primo luogo un colloquio con il medico, il quale si accerterà del momento in cui i dolori si sono presentati per la prima volta, la durata e la tipologia del dolore, nonché eventuali disturbi accessori e patologie pregresse. In seguito, nel corso di un esame obiettivo, valuterà la mobilità dell’articolazione del ginocchio ed eseguirà test ortopedici specifici. Tuttavia, per confermare la diagnosi, vengono solitamente eseguiti esami di diagnostica per immagini, quali ecografie, radiografie, TC o risonanze. A questo punto il medico, avendo un quadro clinico più chiaro, sarà in grado di consigliare una cura ad hoc.
 
Le fasi terapeutiche variano a seconda della causa del dolore. In alcuni casi potrebbe rendersi necessario un intervento chirurgico in artroscopia (tecnica chirurgica minimamente invasiva, che permette la diagnosi e la cura di numerose problematiche del ginocchio), oppure il Lipogems, (dispositivo medico per la processazione a circuito chiuso in un unico tempo chirurgico di tessuto adiposo lipoaspirato, che in seguito viene inserito nella zona d’interesse).
 

Quando invece si decide di impostare un trattamento conservativo, si possono attuare diversi interventi come le onde d’urto, solitamente impiegate per problemi tendinei e ossei del ginocchio (tendinopatie e gonartrosi), che stimolano i processi di riparazione, oppure la tecarterapia, utilizzata dopo lesioni o infiammazioni per aiutare i tessuti a guarire e rigenerarsi.
La cosa fondamentale rimane comunque comprendere la causa, non solo del dolore, ma soprattutto dei meccanismi biomeccanici che causano il malfunzionamento e l’usura dell’articolazione, così da poter intervenire al meglio. Quindi per un ottimale recupero del ginocchio, durante la fisioterapia riabilitativa, é importante riacquisire movimenti e forza corretti, propriocezione e controllo motorio del ginocchio.
Infine é importante sottolineare che non ci si dovrà focalizzare solo sul ginocchio, ma osservare e trattare tutto il corpo, perché problemi ad altre articolazioni potrebbero influenzare e acutizzare la gonalgia.
 
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

CONDIVIDI:

Contattaci per informazioni

Leggi la nostra Privacy Policy