POLIAMBULATORIO SPECIALISTICO

Neurochirurgia

La Neurochirurgia si occupa della diagnosi e del trattamento delle malattie che colpiscono il sistema nervoso e quindi cervello, midollo spinale e nervi periferici. Il Neurochirurgo può trattare sia l’aspetto chirurgico che quello non chirurgico, in relazione alla natura della lesione o della malattia. Il reparto di Neurochirurgia di Clinica San Martino – Lecco si occupa della diagnosi e della terapia chirurgica delle principali patologie a carico del sistema nervoso centrale e periferico.

Quale tipologia di malattia tratta il neurochirurgo?

Il Neurochirurgo si occupa del trattamento neurochirurgico di traumi del cranio, della colonna vertebrale o dei nervi. Inoltre, il Neurochirurgo opera sia a livello cerebrale che midollare:

 

  • tumori,
  • malformazioni vascolari,
  • aneurismi,
  • cisti,
  • ematomi,
  • ascessi

 

Pazienti minacciati dal rischio di infarto cerebrale possono avere dal Neurochirurgo l’opportunità di supplire al circolo cerebrale carente: la rimozione di placche ateromasiche delle arterie carotidi al collo è una comune procedura neurochirurgica, come anche il by-pass extra-intracranico per ristabilire una adeguata circolazione cerebrale.

L’idrocefalo (disturbo della circolazione liquorale) del bambino e dell’adulto possono essere trattati chirurgicamente con l’impianto definitivo di sistemi di derivazione con valvola o più recentemente, per la maggioranza dei casi, con tecnica endoscopica.
Una delle patologie più frequenti trattata dal Neurochirurgo è l’ernia del disco sia cervicale che lombare.

Gli Specialisti della Clinica San Martino eseguono visite specialistiche ed esami diagnostici con l’utilizzo di strumentazioni all’avanguardia a elevata qualità diagnostica.

Quali sono le più recenti acquisizioni tecnologiche in neurochirurgia?

  • Microscopio Operatorio, permette di ingrandire e vedere con corretta illuminazione le strutture nervose e vascolari più piccole.
  • Laser associato al microscopio offre un aiuto nella rimozione dei tumori cerebrali.
  • L’aspiratore ad ultrasuoni permette di rimuovere tumori agevolmente. Inoltre, l’uso del casco stereotassico permette di raggiungere qualunque lesione intracerebrale profonda, minimizzando l’invasività chirurgica ed il traumatismo cerebrale.
  • L’introduzione del Neuronavigatore permette al Neurochirurgo di eseguire interventi sul cervello e sulla colonna vertebrale in modo interattivo sotto il costante controllo di un computer.
  • La Neuroendoscopia permette di penetrare, navigare e di vedere all’interno del cervello con maggior precisione, permettendo l’esecuzione di interventi fino a pochi anni fa impensabili.
  • La stampante 3D ha permesso di realizzare i Biomodelli cioè repliche anatomiche del paziente da studiare: ernia del disco, stenosi lombare, aneurisma, cranioplastica.

 

Per la diagnosi delle patologie Neurochirurgiche ci si avvale della TAC – Tomografia Assiale Computerizzata che fornisce immagini di sezioni del cranio e della colonna vertebrale. La NMR – Risonanza Magnetica Nucleare fornisce informazioni aiutando il Neurochirurgo nella diagnosi e nel trattamento delle malattie cerebrali, midollari o dei nervi periferici, della colonna vertebrale e dell’ernia del disco.

Medici

Contattaci per informazioni

Leggi la nostra Privacy Policy*