PATOLOGIE

Occhio Secco

La sindrome dell’occhio secco è un problema crescente e diffuso nella nostra società, sebbene la maggior parte delle persone conosca ben poco di questa condizione. Ne è affetto circa il 20% della popolazione. Si presenta quando il film lacrimale è alterato e questo porta ad avere sintomi fastidiosi che vanno dal rossore al bruciore.


Quali sono i sintomi dell’occhio secco?
L’occhio secco è una patologia frequente nell’adulto. Si percepisce al risveglio una sensazione di occhi incollati, una sensazione di prurito, gli occhi appaiono rossi e si prova una sensazione di bruciore e spesso ci sembra di avere la sabbia negli occhi ma soprattutto non riusciamo a fare delle cose abituali come guidare alla sera, leggere un libro senza provare fastidio agli occhi, guardare lo smartphone/tablet perché ogni fonte luminosa ci risulta stancante.

 

Quali sono le cause di questa patologia oculare?
La causa principale è l’età: con l’invecchiamento il film lacrimale viene meno e può causare l’incorrere della malattia. Altre condizioni sono allergie e infezioni che possono aumentare l’infiammazione agli occhi. Vita in città e inquinamento possono determinare questo tipo di sindrome.


Recentemente soggetti giovani hanno iniziato a sviluppare questo problema a causa di un eccessivo uso degli schermi luminosi e dell’aria condizionata. Altri fattori sono trattamenti medici come farmaci antidepressivi, squilibri ormonali o una dieta non sana e non equilibrata.

 

Quali sono le soluzioni per questa sindrome?
Sono presenti diverse soluzioni per alleviare e addirittura guarire da questa sindrome. Il primo passo da fare è quello di sottoporsi a una visita oculistica: durante la visita il medico valuta i sintomi e lo stile di vita del paziente. Il trattamento a luce pulsata è una soluzione per l’occhio secco: è una cura innovativa e non invasiva che utilizza un dispositivo progettato per ripristinare una corretta funzione del film lacrimale. È un trattamento della durata di pochi minuti e non causa alcun disagio al paziente in quanto trattamento indolore e innocuo per il bulbo oculare.

 

Il paziente percepirà da subito benefici e verranno mantenuti. Altro trattamento consiste nell’applicazione di maschere termiche per la durata di 10 minuti.

Scarica il CSMagazine

Le ultime News:

Medici

Contattaci per informazioni

Leggi la nostra Privacy Policy